Pagine

venerdì 3 maggio 2013

Una fortezza a difesa della città e di se stessa: Castello Sforzesco




Da sempre simbolo di Milano è il suo Castello Sforzesco, una vera e propria fortezza. La sua più grande missione è stata quella di proteggere la città e i suoi cittadini, ma soprattutto di proteggere se stesso. Numerosi sono stati i tentativi di distruggere questo simbolo milanese, nato nel 1368 per volere di Galeazzo Visconti, passato poi nei domini degli Sforza, di Ludovico il Moro, di francesi, spagnoli e austriaci. Con l'arrivo di Napoleone Bonaparte si pensò per la prima volta di abbatterlo, per dar vita al Foro Bonaparte, ma nel momento in cui si sarebbe dovuto distruggere il nucleo centrale Napoleone abbandonò Milano per lasciare il posto agli austriaci, essi resero il castello una caserma che con il tempo si trasformò in un rudere, una volta raggiunta l'Unità d'Italia, date le condizioni critiche, si pensò di abbatterlo, ma grazie a Luca Beltrami fu restaurato e tornò nel pieno del suo splendore.

Nuovi pericoli arrivarono con la II Guerra Mondiale e i bombardamenti del '43, ma i restauri successivi diedero lunga vita al nostro simbolo.



Oggi dopo il recente restauro si può ammirare la Torre del Filarete in tutto il suo splendore, opera di Antonio Averlino per volere di Francesco Sforza.



Il castello è una piccola città dei Musei, ce ne sono davvero di tutti i gusti, ma Piccola Milano consiglia dopo una passeggiata nei cortili del castello di approfittare di visite guidate davvero particolari:

- un giro per le merlate, ogni domenica dalle 15:00;
- un tour lungo i camminamenti di ronda, le merlate e le torri, ogni domenica dalle 10:30;
- la visita dei sotterranei, tutti i sabati alle ore 14:30 e 16:00

Per informazioni e prenotazioni http://www.milanocastello.it/ita/home.html


...e ovviamente attraversate i cortili del Castello e troverete un parco in perfetto stile inglese http://www.piccolamilano.blogspot.it/2013/04/un-parco-in-stile-inglese.html