Pagine

sabato 27 aprile 2013

Un parco in stile inglese: Parco Sempione


Risultato di una crisi edilizia è proprio Parco Sempione, chi l'avrebbe mai detto... la crisi edilizia di fine '800 produsse uno degli ambienti più suggestivi di Milano! In una zona che nel '400 era occupata dal giardino ducale, con l'arrivo degli spagnoli fu abbandonata e nell'800 si pensò di adibirla a zona abitata, ma la crisi edile impedì di coprire di cemento il polmone verde di Milano.

Piccola Milano consiglia di entrare nel parco attraversando il cortile d'onore del Castello Sforzesco, ci si troverà così davanti un paesaggio inaspettato: i lati ombrosi e pieni di alberi e al centro un lungo corridoio che apre la visulae sul laghetto e sul trionfale Arco della Pace.



Nelle giornate di sole centinaia di milanesi affollano prati e panchine, chi per simulare la tintarella, chi per leggere un libro all'ombra di una quercia, ma non mancano angoli pittoreschi, con aspiranti giocolieri e funamboli, atleti più o meno esperti...




Ciò che ci si deve aspettare da Parco Sempione è un tipico giardino all'inglese, con il suo ampio laghetto con immancabili paperelle e tartarughe, alberi maestosi, sentieri sterrati, bar e carretti dei gelati...

Un passo indietro nel tempo? Vedere per giudicare!

Indirizzo: Piazza Castello, via Pagano, viale Alemagna, viale Milton, viale Gadio, viale Elvezia